Piccola storia bambina

“Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete.
Il guerriero non è chi combatte,
perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro.
Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri.
È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi,
di chi non può provvedere a sé stesso
e soprattutto dei bambini, il futuro dell’umanità.”
Toro Seduto

Dunque, Toro Seduto (classe 1831), capo Sioux che seppe suonarle al colonnello Custer nella famosa battaglia di Little Big Horn, così si esperimeva a proposito dei bambini… : (

Noi oggi, cittadini di uno Stato che è un pezzo limitatissimo di pianeta, tendenzialmente siamo portati a pensare che i nostri bambini vivano una condizione tutto sommato felice, in cui la privazione materiale (quella estrema, che riguarda invece i coetanei di altri continenti) non entri a far parte della loro vita, perciò…questa ci pare una sufficiente ragione di benessere.  Storicamente, i bambini sono stati oggetto di ogni sorta di sopruso, e attualmente non è cambiato granchè in buona parte del mondo. In Italia certo tanti progressi si sono avvicendati, sul piano sanitario, nutrizionale, educativo, ma moltissimo resta da fare, e il percorso si presenta lungo anche per il sopraggiungere di nuovi scenari sociali: la crisi economica con conseguente riduzione drastica delle risorse, l’aumento del divario tra chi ha e chi non ha, l’immigrazione con i suoi elementi variegati di integrazione o “fatica” culturale. Il peso di questi disagi grava soprattutto sui bambini, perchè inconsapevoli e dipendenti dagli adulti: le statistiche di Telefono Azzurro parlano chiaro, denunciando un importante malessere psichico (e con la crisi anche fisico…) che avrà ripercussioni forti sulla loro vita futura.

Un bel lavoro di ricerca condotto in questi anni ha prodotto un libro interessante: Bambini d’Italia,”viaggio per parole e immagini nei mutamenti che hanno interessato la condizione infantile dal 1871 a oggi”, nato dalla collaborazione tra la Società italiana di pediatria (Sip) e l’agenzia Ansa, che racconta per immagini l’essere bambino nell’Italia di ieri e di oggi.

Lo si può scaricare al sito:

http://www.minori.it/news/un-libro-la-storia-dei-bambini-ditalia

Una traccia di riflessione, per rincuorarci su ciò che è stato fatto ma spronarci su quanto resta da fare… : )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...